Melanoma – sintomi – cause – trattamento – diagnosi

Melanoma - sintomi - cause - trattamento - diagnosi

Il melanoma maligno è un cancro della pelle. Rappresenta circa l’1% di tutti i tumori umani. Nello stadio iniziale dello sviluppo embrionale, i melanociti di cellule pigmentate di origine neuroectodermica emigrano dalla spirale nervosa verso vari tessuti e organi, ad esempio il sistema urogenitale, le vie respiratorie, la pelle, la mucosa gastrointestinale, le meningi o la membrana vascolare dell’occhio. Queste cellule, che si trovano nello strato basale dell’epidermide, sintetizzano e rilasciano melanina, che è un pigmento specifico che determina il fenotipo cutaneo, il cosiddetto colorito, e la sua sensibilità ai raggi ultravioletti – UV. Il melanoma si trova più spesso sulla pelle, ma quasi ogni 10 casi si sviluppa prima in altri organi, come il bulbo oculare, le mucose del cavo orale o gli organi sessuali.

È uno dei tumori più maligni, caratterizzato da metastasi precoci, bassa sensibilità ai farmaci citostatici e alta mortalità. Tuttavia, la diagnosi precoce della malattia è molto importante. La prognosi per una cura in pazienti con melanoma in stadio precoce è molto buona.

Il melanoma è uno dei tumori più maligni del mondo.

La malattia è un problema importante dell’oncologia e della dermatologia moderna. Un aumento dinamico dell’incidenza della malattia è stato osservato per diversi decenni. Anche l’età relativamente giovane delle persone con melanoma – di solito tra i 30 e i 50 anni – e le relative conseguenze sociali è un problema. Secondo studi epidemiologici, il numero di casi di melanoma aumenta in media del 5% all’anno e ogni 10 anni il numero di nuovi casi raddoppia. L’aumento dell’incidenza della malattia riguarda principalmente la razza bianca.

L’incidenza del melanoma in aumento

L'incidenza del melanoma in aumento

I più alti tassi di incidenza del melanoma si trovano in Europa e tra le popolazioni in arrivo in Australia e Nord America. La Polonia è tra i paesi a bassa morbilità. Secondo i dati del Registro Nazionale dei Tumori, nel 2002 in Polonia sono stati diagnosticati 1831 nuovi casi di melanoma cutaneo. Questo pone la malattia al quindicesimo posto in termini di numero di tumori maligni. Nello stesso anno, la malattia ha causato la morte di 875 persone di entrambi i sessi, tra cui 424 uomini e 451 donne, il che la rende la 19a più comune morte per cancro maligno. Il tasso rigoroso di mortalità a quel tempo era da 2 a 3 casi per 100.000 uomini e 100.000 donne, mentre il tasso standardizzato era più alto per gli uomini che per le donne.

Il melanoma maligno è un cancro della pelle. Rappresenta circa l’1% di tutti i tumori umani. Il melanoma si trova più spesso sulla pelle, ma quasi ogni 10 casi si sviluppa prima in altri organi, come il bulbo oculare, le mucose del cavo orale o gli organi sessuali.

Non solo nel mondo, ma anche in Polonia si registra un costante aumento del numero di casi. Il numero di nuovi casi è aumentato quasi tre volte tra il 1982 e il 2002 e il numero di decessi è più che raddoppiato. Tuttavia, c’è una cura leggermente migliore, perché il tasso di mortalità, cioè il rapporto tra il numero di decessi e il numero di malattie, è diminuito. Non vi sono differenze di genere significative nelle regioni con la maggiore incidenza. In Polonia, la malattia è più frequentemente diagnosticata nelle donne che negli uomini e ammonta a 5 casi femminili per 4 casi maschili. La malattia è più grave negli uomini e il trattamento è di solito meno efficace negli uomini. Il melanoma colpisce le persone di mezza età, succede anche, anche se raramente, che viene diagnosticato nei bambini che sono ancora prima della pubertà.

Dodaj komentarz

Twój adres email nie zostanie opublikowany. Pola, których wypełnienie jest wymagane, są oznaczone symbolem *